.
Annunci online

(Individual) Experimental Contagious
Di cromo si muore
post pubblicato in Politica, il 13 settembre 2008


leggi il post

Oggi sono state perquisite dalla Guardia di Finanza la redazione de L'Espresso e le abitazioni dei giornalisti Gianluca Di Feo e Emiliano Fittipaldi. Sono stati sequestrati documenti e computer dei giornalisti. La perquisizione è stata ordinata dopo la pubblicazione sull'Espresso dell'inchiesta sui rifiuti tossici in Campania.

Nell'inchiesta sono riportate le confessioni di Gaetano Vassallo, boss e imprenditore che per 20 anni ha nascosto rifiuti tossici pagando politici e funzionari. Vassallo chiama in causa in particolare il sottosegretario all'Economia dell'attuale governo, Nicola Cosentino (quello che stava a fianco di Berlusconi nella sua ultima gloriosa sortita a Napoli per intenderci), oltre a una nutrita schiera di sindaci e manager degli enti locali campani.


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Politica Berlusconi

permalink | inviato da arsenico il 13/9/2008 alle 23:11 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
Paolo Borsellino: lo ricordo in questo modo
post pubblicato in Diario, il 20 luglio 2008


Il 19 Luglio del 1992 la mafia uccideva Paolo Borsellino, Procuratore della Repubblica. I politici mandanti di quell'omicidio non sono stati ancora scoperti (è quello che dice la moglie e il fratello di Borsellino).

Vittorio Mangano: Fu indicato al maxiprocesso di Palermo, sia da Tommaso Buscetta che da Totò Contorno, come uomo d'onore appartenente a Cosa Nostra, della famiglia di Pippo Calò, il capo della famiglia di Porta Nuova (della quale aveva fatto parte lo stesso Buscetta). Condannato per lesioni personali, truffa, ricettazione, assegni a vuoto, porto abusivo di coltello.
Fu stalliere (con funzioni di amministratore) nella villa di Arcore di Silvio Berlusconi, nella quale visse, tra il 1973 e il 1975, circa 2 anni. Era stato proposto per quell'incarico da Marcello Dell'Utri.

Il 19 luglio 2000 Mangano fu condannato all'ergastolo per il duplice omicidio di Giuseppe Pecoraro e Giovambattista Romano, quest'ultimo vittima della "lupara bianca" nel gennaio del 1995. Di questo secondo omicidio Mangano sarebbe stato l'esecutore materiale. Verrà inoltre sospettato di aver rapito il principe Luigi D'Angerio dopo una cena alla villa di Silvio Berlusconi, il 7 dicembre 1974.

Il nome di Mangano viene citato per la prima volta dal Procuratore della Repubblica Paolo Borsellino in una intervista rilasciata il 19 maggio 1992 riguardante i rapporti tra mafia, affari e politica, due mesi prima di essere ucciso nell'attentato di via d'Amelio. Borsellino affermò nell'intervista che Mangano era "uno di quei personaggi che ecco erano i ponti, le teste di ponte dell'organizzazione mafiosa nel Nord Italia".

Prima delle elezioni Silvio Berlusconi ha detto che "Mangano è stato un martire". Nonostante questo la maggior parte degli Italòiani lo ha votato, eleggendolo per la quarta volta primo ministro.
 A questo punto si è ridotta l'Italia.

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Borsellino Mafia e Politica Berlusconi

permalink | inviato da arsenico il 20/7/2008 alle 11:49 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
Sfoglia luglio       
calendario
adv